C’era un salvagente

Ho perso il suono della parola.
Sento il suono del piano,
Del violino o della chitarra.
Sento il suono.
Il suono mi culla,
O mi irrita la pelle.
Culla o irrita me…
Ho perso il sonno.
Dormo e non riposo.
L’inconscio regna despota
Sul mio corpo.
Urlo, mi dimeno? Forse.
Forse, è questo Forse che
Mi uccide.
Forse il guardiano si è addormentato
Più sano di me.
Mi stai attorno come la polvere
In questa casa,
Mi segui come l’ombra
Di me stesso.
Mi sopprimi nei miei sogni.
Chi ti ha liberato se
non sono stato Io? Io?
Tu?…
E ora anche l’acqua, l’amica
Del mio fuoco, che non sa
Avere che se stessa.
E ora anche
L’acqua mi mangia lentamente.
E nell’acqua scorri nella mia bocca
Tu…
E nell’acqua respirano i polmoni
Miei…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...